La formazione come fattore trainante nello sviluppo delle organizzazioni

La formazione è diventata parte integrante del management d'impresa, strumento di sviluppo insieme all'innovazione tecnologica, finanziaria, e commerciale. Per permettere e gestire il cambiamento economico e di mercato attuale le aziende hanno dovuto rivedere le condizioni che permettono il cambiamento. La prima condizione apparsa subito determinante è la capacità manageriale di coinvolgere tutta l'organizzazione in uno sforzo cooperativo. Una seconda condizione è la necessità di rendere l'evoluzione organizzativa compatibile con le misure di sicurezza sociale. A differenza di situazioni del passato entrano però in gioco anche i modelli e le culture manageriali dell'impresa (ovvero il fattore lavoro) e le politiche aziendali e pubbliche ad esso relative. Occorre in sostanza dare ai singoli pari opportunità nella dotazione di strumenti professionali (competenze chiave) che permettano loro di fronteggiare i pericoli di emarginazione dal mercato del lavoro nell'arco dell'intera vita attiva. Questo insieme alla necessità di garantire all'impresa la possibilità di crescere e svilupparsi contando sul fattore umano inteso anche come risorsa in grado di costituire un vantaggio competitivo rispetto ad altri fattori come le risorse finanziarie e tecnologiche.
Nella ristrutturazione del mercato del lavoro e della organizzazione strutturale delle imprese emerge come determinante la adeguata gestione dell'occupazione, che significa soprattutto la necessità di innalzare il livello delle competenze richieste a tutto il personale. In particolare tale innalzamento si traduce in (Infelise, 1994:41):

" un accrescimento delle conoscenze tecnico-specialistiche, con ridefinizione del sapere di base e quindi in un accresciuto livello dell' educazione generale per tutte le fasce di personale e l'acquisizione di nuovi campi di competenze specialistiche;

uno sviluppo delle capacità comunicative e relazionali;

una estensione delle capacità organizzative sia per rafforzare le capacità di autonomia, sia per permettere ruoli di gestione"

Diventa anche necessario, nel quadro della riformulazione del rapporto tra formazione e strategia globale dell'impresa, cercare un nuovo equilibrio tra le esigenze dell'impresa e quelle del singolo, senza dimenticare che la formazione diventa lo strumento essenziale di valorizzazione del potenziale umano dell'impresa, ma anche che è finalizzata anche a gestire le qualifiche in relazione alle mansioni che si richiederanno ai singoli. La formazione cioè realizza la strategia dell'impresa e nello stesso tempo tiene presenti le aspirazioni degli individui valorizzando le loro specifiche attitudini e vocazioni.
Allo stesso tempo la formazione si pone anche come riparo dalla attuale difficoltà, per le imprese, di prevedere e programmare il proprio sviluppo tecnologico ed organizzativo esatto: la formazione diventa processo continuo che assume il compito di garantire al singolo lo sviluppo delle competenze e della motivazione necessaria al cambiamento. Motivazione e creatività dei singoli crescono adeguandosi e assecondando le necessità evolutive dell'impresa.
L'impresa deve accettare che le persone abbiano esigenze articolate, e deve comprendere che è necessario che la sua organizzazione evolva nel senso di permettere uno sviluppo organico delle persone che vi lavorano, stimolando così in loro un atteggiamento costruttivo nei confronti del proprio futuro professionale e personale. La formazione diventa uno strumento con cui il personale sviluppa una concezione chiara, dinamica e mobile del proprio ambiente fissando come obiettivo il proprio sviluppo intellettuale. Tutti i benefici del personale si riflettono nell'azienda che incamera i frutti del lavoro svolto con passione e aumentata partecipazione personale.
Questo conduce al miglioramento della produttività e della qualità della produzione, in un processo di avvicinamento tra chi dirige l'azienda e chi vi vive la sua giornata lavorativa. Il manager diventa il trainer del proprio personale, mentre la formazione rafforza e amplia le conoscenze, la capacità partecipativa, l'applicazione al superamento delle difficoltà e l'identificazione del personale con l'impresa.